Sperimentazione alfabetizzazione alunni stranieri

Sperimentazione ai sensi del DPR419/74 e consecutivi: progetto alfabetizzazione e inserimento alunni stranieri e migranti portato avanti nella scuola dal 1996, ma non più rinnovato dall’a.s. 2016-2017 [costituisce comunque un patrimonio storico d’esperienza della scuola per l’alfabetizzazione degli alunni stranieri).

Negli anni passati, per più di venti anni, nelle sezioni A e B c’è stato un doppio insegnante curricolare per l’alfabetizzazione nei seguenti insegnamenti (e rispettivo numero di ore)
ITALIANO 6
MATEMATICA e SCIENZE 3
ED. TECNICA 2
ED. ARTISTICA 2

totale 13

L’insegnamento è interno alle discipline e alla classe.

Strategie di INSERIMENTO, e non “integrazione”
OBIETTIVI EDUCATIVI DEL PROGETTO

– Presa di coscienza della diversità
– Valorizzazione della diversità come qualcosa che rende il mondo un posto interessante in cui vivere
– Promozione di atteggiamenti di rispetto reciproco
– Promozione dell’autostima
– Recupero della dispersione scolastica

LA LINGUA è intesa come il motore universale per l’apprendimento, la costruzione delle identità, la comunicazione, la socializzazione e quindi l’inserimento.
Le mancanze e le debolezze linguistiche sono fattore di discriminazione e di emarginazione.

Il nostro percorso
– Inserimento scolastico come diritto-dovere, sostenuto da azioni positive che lo facilitino: rapporto scuola-famiglia, relazioni tra compagni, percorsi didattici individualizzati.
– Insegnamento dell’italiano come seconda lingua.
– Valorizzazione della cultura d’origine.
– Educazione interculturale per tutti gli alunni.

I nostri obiettivi
– Favorire l’inserimento
– Motivare gli alunni
– Accesso ai contenuti scolastici per tutti

Le nostre attività
– La messa a punto di un questionario di accoglienza
– Ricerca sulla valutazione in entrata e in itinere.
– Realizzazione di progetti trasferibili
– Produzione di materiale linguistico relativo all’alfabetizzazione, ossia l’insegnamento dell’italiano come seconda lingua

Risultati:
Normalmente, con questa sperimentazione gli alunni riescono nel giro di due o tre mesi ad essere messi nelle condizioni di seguire regolarmente i programmi della classe, arricchendo coi loro apporti personali e le loro culture le conoscenze e le competenze di tutti.

Documenti

Norme per ragazzi che vogliono la cittadinanza italiana- 2014